L' Eremita dei Tarocchi

L' Eremita nei tarocchi: significato degli Arcani Maggiori

L'Eremita è una carta che simboleggia una ricerca di illuminazione spirituale. L'introspezione e la contemplazione solitarie sono anche associate all'Eremita. Forse semplicemente ti può voler dire che devi fare un autoesame o una riflessione su te stesso.
Ci sono momenti nella vita in cui bisogna fare un passo indietro per esaminare attentamente le situazioni e le decisioni che si sono prese.

La carta dell' Eremita nei Tarocchi insegna a staccare la mente e sfruttare il silenzio per ottenere illuminazione e auto-miglioramento. Rafforza l'importanza del silenzio profondo della tua anima per il raggiungimento dei tuoi obiettivi. Pertanto, la risposta alla tua domanda è forse.

Trovare l'Eremita nella tua consultazione suggerisce che questa volta è arrivato per te il momento in cui hai bisogno di un periodo di riflessione interiore, lontano dalle solite esigenze o della tua posizione. Questo ritiro o eremitaggio personale può essere visto come una ricerca interiore fisica e spirituale. Solo un'introspezione sincera e profonda ti porterà a una soluzione.

La carta dell' Eremita, detto anche il frate, il monaco, il cenobita, il pellegrino, il vecchio, il saggio, simboleggia il passare del tempo, la vecchiaia, l'accumulo di esperienza e quindi rappresenta il Dio Chronos e Saturno.

L'eremita è un grande Arcano dei Tarocchi ed è rappresentato dai capelli e dal numero 9.

Le parole chiave relative a questo tarocco sono: distacco, direzione, solitudine, esame di coscienza e introspezione, pensiero e riflessione.

SIGNIFICATO DELL'EREMITA IN ABBINAMENTO CON GLI ALTRI TAROCCHI

L'Eremita e il Mago: menziona un uomo che è nascosto e appare all'improvviso o qualcuno che arriva per farti lasciare la solitudine.

L'Eremita e la Papessa: si riferisce a una donna timida e riservata, un amore profondo tra due persone serie. Puoi uscire dalla solitudine grazie al sostegno e all'affetto di una donna o troverai un amico o un consulente che potrebbe diventare qualcosa di più.

L'Eremita e l'Imperatrice: questa combinazione indica una donna dall'animo felice che però ora è temporaneamente triste, quindi che il periodo di solitudine nell'amore finisce.

L'eremita e l'Imperatore: parla di un singolo individuo che non ha intenzione di cambiare, piacevoli sorprese entrano nella tua vita dopo una lunga attesa. Devi essere paziente fino all'arrivo della persona giusta.

L'Eremita e il Papa: ci indica un argomento intelligente ma troppo morale, dobbiamo andare passo dopo passo. Solitudine necessaria per trovare l'amore. Introspezione, studio e ricerca di se stessi.

L'Eremita e i gli Amanti: si riferisce a una persona che ritarda un accordo o un contratto, l'abbandono della solitudine, una relazione stabilita.

L'Eremita e il Carro: sei al punto che sai cosa vuoi, ecco perché lascerai la semplicità. Devi agire con cautela, tutto migliora nel tempo.

L'eremita e la Giustizia: riflessione e scoperta di ciò che devi fare o della verità. Devi aspettare quello che vuoi. Meriti qualcosa ma non arriverà se continui a spingere, lascia che le cose vengano da sole.

L'eremita e la Ruota: reazioni inaspettate, abbandono della solitudine, devi essere paziente, arriverà il momento giusto. Sottolinea inoltre che, pensando troppo, non stai andando avanti, l'autoesame di uno scopo.

L'Eremita e la Forza: ci dice che solo tu puoi dominare la situazione attraverso la riflessione. Devi aspettare per avere successo e raggiungere quello che vuoi, energia per fissare un obiettivo.

L'EREMITA DEI TAROCCHI NELLA LETTURA DEL PASSATO

Il tuo passato è ti ha rallentato ed è tempo che tu lo accetti. Continua a perseguire i tuoi obiettivi e prendi in considerazione il tuo intuito.

L'EREMITA DEI TAROCCHI NELLA LETTURA DEL PRESENTE

C'è qualcuno che può aiutarti a superare tutti i tuoi problemi e la loro conoscenza potrebbe sorprenderti. Questa persona sei proprio tu. Comprendendo te stesso sarai in grado di capire meglio gli altri.

L'EREMITA DEI TAROCCHI NELLA LETTURA DEL FUTURO

Quando ti renderai conto di quale sia la tua vera strada, non ci sarà più nulla che ti potrà ostacolare. La vita ti ha sfidato ma sei pronto a tirar fuori il meglio in futuro.

QUANDO L'EREMITA NEI TAROCCHI ESCE DIRITTO

Il bastone che tiene con la mano sinistra per appoggiarsi a terra indica che devi camminare con attenzione, lentamente e in sicurezza, evitando buche e ostacoli. È anche un bastone da passeggio che può essere usato per tenere a bada piccoli rettili visti come tentazioni che possono presentarsi durante il tuo cammino.

Se sei concentrato, questo periodo sarà fortuito per trovare un nuovo lavoro, ma devi saper aspettare e chiedere, lo stesso vale per un tuo obbiettivo personale e per la tua vita amorosa. Non scommettere su situazioni disperate, questo non è un buon momento per correre rischi e agire d'impulso.
D'altra parte, l'abitudine rappresentata dal mantello che indossa l'eremita ad indicare discrezione, austerità, umiltà e la rinuncia volontaria alla sfilata e al caos della vita sociale e mondana.

Nella parte più negativa, èrappresentato come il mendicante, l'uomo che ha respinto gli obblighi del mondo e che aspira solo a vivere in elemosina e carità, lontano da grandi ambizioni e passioni.

QUANDO L'EREMITA NEI TAROCCHI ESCE AL CONTRARIO

Di solito esprime fanatismo religioso sbilanciato o eccentrico, pietà, illuminato o profeta, falso guru, falsa saggezza, plagio delle opere, incapacità di studiare o ad intrapprendere lunghe carriere.
In ambito religioso e spirituale è sinonimo di ateismo, ipocrisia religiosa, amore segreto, omosessualità, amore proibito, sette religiose o di morale bassa o personali avidità, meschinità, accattonaggio patologico.
In campo strettamente legato alla salute può rappresentare una non conformità con prescrizioni mediche, mancanza di ragionamento, demenza senile, morbo di Parkinson, arteriosclerosi, rifiuto di qualsiasi dieta, difficoltà a superare una malattia o superare una depressione.

Si può interpretare anche come idee sbagliate in campo economico, finanziario o amministrativo, mancanza di pazienza e buon senso per risolvere un problema, un periodo di penuria o scarsità, incapacità di vedere la realtà delle cose, la confusione, la mancanza di maturità del personaggio.